La mustardela

835-img-da-ribetto-278x300
Spesso erroneamente confinata nelle sole valli limitrofe, la mustardela è uno dei prodotti più legati alla tradizione gastronomica della val Chisone.
Salume povero, nato per recuperare le parti del maiale solitamente considerate di scarto, il gustoso sanguinaccio è prodotto con ricetta segreta utilizzando, oltre alle frattaglie del maiale, un trito con ciccioli, cipolle e porri appassiti nel grasso.
Si gusta principlamente bollita, accompagnata da salame cotto e patate, a comporre uno dei più famosi piatti tipici della valle (patate salà, salm e mustardela), ma anche passata in padella con le cipolle o addirittura fresca, tagliata a fette, col pane.

Vedi il produttore locale inserito nell’elenco dei “Maestri del gusto” di Torino e provincia

Annunci